La doppia appartenenza nell'adozione

L'adozione, dunque, non può essere concepita come un processo unidirezio­nale, nel quale i genitori adottivi colmano con le proprie risorse le carenze e i deficit del bambino, la cui origine è rappresenta­bile come "vuota", se non addirittura come radical­mente "danneggiata". L'a­dozione, al contrario, si co­stituisce come un processo di scambio, per la presen­za reciproca di bisogni e di risorse da parte sia dei genitori che del figlio.

Autore: 
Ondina Greco, psicologa, psicoterapeuta di coppia e famiglia
PostAdozione

Il primo appuntamento

Ad un certo punto l'attesa finisce e arriva il giorno del primo appuntamento. Ci troviamo di fronte al bambino immaginato e lui davanti a noi. Sconosciuti che a poco poco diventeranno famiglia. Molte le emozioni e tanto il bisogno di tempo per imparare a conoscersi e riconoscersi.

Autore: 
Monica Arcadu
Attesa
PreAdozione

Vai e ritorna

Intervista su un'adozione internazionale in Etiopia, 2008. Cosa significa storia, cosa significano ricordi, cosa significano documenti?

Autore: 
Anna Guerrieri
Adozione Internazionale

Pagine